sabato 26 luglio 2014

DRAMMATURGIA E PREMI - COME DIVENTARE IL NUOVO STREHLER

Vuoi trasformare il tuo romanzo in pièce teatrale? Hai in mente una storia che possa essere rappresentata su un palcoscenico? Hai nel cassetto una sceneggiatura da riadattare per uno spettacolo? Oggi i novelli drammaturghi hanno diverse possibilità per farsi apprezzare. E anche di monetizzare.  

Mentre i numeri della Siae sugli incassi del settore presentano un drammatico calo e gli italiani dimostrano di amare poco quest’arte, esistono interessanti bandi per gli scrittori di teatro e si moltiplicano le occasioni per farsi rappresentare e incassare un succulento premio. Tra gli aspiranti artisti, qualcuno riempirà il vuoto lasciato da Vittorio Gassmann, Carmelo Bene e Strehler? 

Non sono pochi i drammaturghi che hanno visto la propria opera riadattata per il gande schermo oppure gli sceneggiatori cinematografici prestati con successo al teatro. Basti pensare a La cena dei cretini (1998), del francese Veber, che ha conosciuto anche un remake hollywoodiano. Ma, senza superare le Alpi, molti ricorderanno la fortuna commedia nostrana Uomini sull'orlo di una crisi di nervi, portata in scena nel ‘93 e da cui è stata tratta un film con gli stessi interpreti, così come lo spettacolo Crack di Franco Bertini, diventato un film prodotto da Bonivento. E più recentemente, Roman e il suo cucciolo rappresentato da Gassman ha avuto una trasposizione cinematografica con gli stessi attori che hanno recitato nello spettacolo.
L’Italia ha una lunga e fortunata tradizione teatrale alle spalle. Secondo l'ultimo Rapporto Cultura sono ben 34.000 i luoghi di spettacolo dislocati lungo tutta la penisola e, in termini di affluenza, il 20,1% degli italiani si reca a teatro almeno una volta all'anno, superando così la media di Francia e Spagna. 
Insomma, c’è una grande voglia di teatro. O meglio ci sarebbe...
Purtroppo c’è stato anche un drastico abbassamento della qualità degli spettacoli negli ultimi anni. I contributi governativi vengono dilapidati con iniziative inutili. Artisti e registi dell’establishment formano una ristretta casta portata avanti per ragioni clientelari.
In questo quadro avvilente, ecco venire incontro alla nuova generazione  di drammaturghi una serie di bandi che incoraggiano il talento e l’innovazione.
Di seguito riporto i premi per storie originali, perché si possano affacciare alla ribalta nomi nuovi sul palcoscenico e la triste nottata “adda passà”.



BANDO TEATRO STUDIO UNO
E’ on line il bando per le selezioni della stagione 2014-15 del Teatro Studio Uno di Roma, La Casa Romana del Teatro Indipendente, che sotto la direzione artistica dell’Associazione Culturale “La Cattiva Strada” prosegue il suo percorso di sostegno alle realtà indipendenti del panorama teatrale off romano.
Il bando si rivolge a tutte le compagnie, gruppi o ai singoli artisti residenti o operanti a Roma, ricercando progetti innovativi e di sperimentazione, con un occhio di riguardo alla nuova drammaturgia,  alle realtà emergenti e di nuova formazione. Per la stagione 2014-15 il Teatro Studio Uno propone 4 tipi di collaborazione: Residenze Artistiche, Stagione Teatrale, Scene Under 25 "Non è un teatro per giovani" e la Stagione Ragazzi.
Gli spettacoli selezionati faranno parte di un mese di programmazione dedicata, in cui il teatro ospiterà oltre agli spettacoli, laboratori e incontri con registi, attori e operatori del settore. Un mese rivolto ai giovani artisti e alla formazione, per una scena che sia davvero possibilità di crescita e di sperimentazione.
Anche per questa nuova stagione viene proposto il progetto di Residenze Artistiche volto alla produzione di spettacoli site-specific, pensati, costruiti e realizzati per debuttare presso il Teatro Studio Uno, un'idea che cerca di aiutare la creazione di lavori inediti e originali mettendo a disposizione 100 ore di prove gratuite, due settimane di repliche in cartellone, promozione e ufficio stampa dedicato.
Il bando prevede altri due tipi di collaborazione più classiche: la Stagione Teatrale e la Stagione Ragazzi. Le compagnie selezionate formeranno l’asse principale della programmazione delle due sale del Teatro Studio Uno affiancando le produzioni de “La Cattiva Strada”.
La scadenza del Bando è fissata per il 20 agosto 2014.
Tutte le info sul bando www.lacattivastrada.comù


BANDO TEATRO IN PROVINCIA

Il progetto del CENDIC , giunto alla terza edizione, anche quest'anno si propone di avviare una serie di letture di testi degli autori aderenti al CENDIC, in regola con il pagamento della quota di adesione - ma anche degli autori drammatici non facenti parte del CENDIC che potranno iscriversi visitando il nostro sito - nei teatri dislocati nella provincia italiana. Tutto questo allo scopo di diffondere anche nei piccoli centri le opere contemporanee, per ora, in forma di lettura o lettura scenica. L'obiettivo del progetto è trasformare la provincia italiana nel luogo da cui partono le proposte innovative verso le grandi città. In questo sarà il giudizio del pubblico a indicare corti più graditi.
Le letture saranno eseguite preferibilmente da attori e compagnie operanti nel territorio. Alla fine di ogni serata il pubblico voterà i tre corti preferiti.
Gli autori iscritti e coloro che intendono partecipare possono inviare i testi all’indirizzo mail del CENDIC: info@centrodrammaturgia.it

I testi devono rispettare tassativamente i seguenti parametri pena l’esclusione automatica: rispondere agli argomenti LAVORO, AMORE, COPPIA, SOLITUDINE, FAMIGLIA, IDEE, VIOLENZA, LIBERTA’, MUSICA, CORRUZIONE, MORTE e RELIGIONE ; non avere durata superiore ai 10 minuti; devono arrivare entro la scadenza stabilita: 25 agosto 2014; devono essere corti teatrali di opere inedite o comunque mai rappresentate in forma di spettacolo completo; ricordiamo che 10' di durata rispondono approssimativamente a 5 cartelle di max 1800 caratteri per pagina. (quindi max 9000 caratteri compresi gli spazi) gli autori- attori possono interpretare le loro pieces.
Ogni autore può partecipare con due temi diversi, dunque due serate con due testi differenti. Nel caso il numero dei corti pervenuti superi la possibilità di rappresentarli per le sei volte previste, per ogni autore se ne sceglierà uno solo. 
Si prevede di inaugurare questo terzo anno di attività ad ottobre 2014. La serata si svolgerà a Roma e sarà trasmessa in streaming.



PREMIO DI DRAMMATURGIA DCQ - VI EDIZIONE

Il termine per l'invio delle opere è il 15 settembre 2014. Il concorso è a tema libero e assolutamente gratuito. Il testo deve costituire uno spettacolo completo e può appartenere a qualsiasi genere. Oltre l’originalità e la qualità della scrittura, sarà tenuta in considerazione la rappresentabilità del testo. Insomma, non mettete in campo opere con scenografie complesse e un  cast nutrito di attori.
Il vincitore verrà messo in scena da parte della prestigiosa compagnia DoveComeQuando, che ha già all’attivo ottime rappresentazioni di testi di Gogol’, Euripide, Mrozek e Harold Pinter.
La giuria di qualità è composta da MARCELLO COTUGNO, EMANUELE COTUMACCIO, PIETRO DATTOLA, FLAVIA GERMANA DE LIPSIS  FABIO MORÌCI, LAURA NOVELLI e FRANCESCO RANDAZZO. 

Maggiori informazioni potete trovarle su: 



PERLASCENA – PUBBLICAZIONE DEI TESTI  

Perlascena – non periodico per una drammaturgia dell’oggi - invita tutti gli autori interessati a inviare i propri testi teatrali per il prossimo numero della rivista on line in uscita ad ottobre 2014.
La scadenza per l'invio è stata definita al 15 settembre 2014.
- pubblichiamo: testi a tema e durata liberi;
- i monologhi della webcam: monologhi di breve durata, maggiori info su www.perlascena.it/spazio-attori;
- corto minimo: corti della durata massima di un minuto;
- cose da un altro mondo: testi stranieri a tema libero tradotti in italiano.
Per partecipare alla selezione sarà sufficiente inviare i propri testi (massimo 2 per ogni numero in uscita) tramite mail all’indirizzo redazione@perlascena.it, consultare il sito www.perlascena.it per ogni ulteriore informazione. formati accettati: .doc .docx .rtf .odt, senza alcuna formattazione di tabulazione sul paragrafo, senza distanziamento righe tramite interlinea.
Segui su:   www.perlascena.it



PREMIO TEATRI IMPOSSIBILI

L’Associazione CULT – culture possibili indice la I edizione del Premio per la drammaturgia TEATRImPOSSIBILI per la scrittura di un testo teatrale che nella sua messa in scena sperimenti la partecipazione di persone con disabilità.
Il Premio ha cadenza annuale ed è articolato in due sezioni: “Senior” (per i nati entro il 31/12/1979) e “Junior” (per i nati dal 01/01/1980). La partecipazione al Premio implica il versamento della quota di Euro 50,00 per ogni testo inviato quale contributo alle spese di segreteria e di organizzazione.
I testi verranno selezionati da una Giuria nel periodo dal 01/10/2014 e il 30/11/2014.
Il testo vincitore di ogni sezione verrà messo in scena all’interno di una rassegna teatrale di opere prime che si terrà a Catania e a Palermo nella stagione 2014/2015.
Il termine per la scadenza è fissato a 30.9.2014
Per ulteriori comunicazioni e il bando integrale si veda il sito www.culturepossibili.it




PREMIO PRE-VISIONI

“Pre-Visioni” apre le sale della Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse alle compagnie liguri. Le compagnie selezionate si presenteranno alla città in una rassegna di tre giorni che si terrà nel mese di maggio 2015.
Sono ammessi a partecipare singoli artisti, compagnie e gruppi di teatro del territorio regionale che propongano progetti appartenenti ad ogni tipo di linguaggio teatrale: prosa, teatro di figura, teatro/danza, danza ecc.
Gli artisti possono proporre una loro creazione inedita scegliendo tra:
a) spettacolo (creazione compiuta destinata ad uno spazio teatrale tradizionale)
b) performance (creazione che non necessita di uno spazio teatrale tradizionale)
c) studio di una nuova produzione (creazione in progress)

C’è tutto il tempo per prepararsi perché la scadenza è fissata al 31 ottobre 2014.

I progetti finalisti, per un massimo di 3 spettacoli compiuti e 3 performance o studio saranno ospitati all’interno della programmazione del Festival Pre-Visioni che si terrà nelle sale dei Teatri di Sant’Agostino nel maggio 2015.
Spettacoli compiuti e studi di nuove produzioni dovranno avere una durata massima di 40 minuti (per gli spettacoli di durata superiore, gli stessi artisti sceglieranno una parte del loro lavoro da mettere in scena).
Le performance dovranno avere una durata massima di 20 minuti.
Ogni artista o gruppo di artisti può presentare al massimo 1 proposta. Saranno presi in considerazioni i progetti corredati da:
-breve curriculum della compagnia;-scheda sinottica;  -scheda tecnica; -breve promo video; -fotografie di scena

Ai progetti selezionati verrà offerta la scheda tecnica e l’assistenza tecnica, la promozione e il 50% degli incassi al netto di IVA e SIAE delle repliche effettuate.
La commissione si riserva di richiedere agli artisti/gruppi la disponibilità di un incontro a Genova.
L’elenco dei progetti vincitori sarà comunicato entro il 15 gennaio 2015 
Info: 
pre-visioni@teatrodellatosse.it 


PREMIO NAZIONALE DI TEATRO LUIGI PIRANDELLO - XX EDIZIONE - 2014

Quest’anno nella giuria ci sarà anche Alessandro Preziosi, già direttore del Teatro Stabile d’Abruzzo. Ma non mi pare questa la notizia di maggiore risalto.
Il premio più importante della drammaturgia italiana chiama all’appello gli autori di opere originali e di testi di saggistica con un bando aperto fino al 31 dicembre 2014.
Insieme a Preziosi, saranno Roberto Alajmo, Paolo Bosisio, Michele Guardì, Paolo Mauri, Maurizio Scaparro ed Elisabetta Sgarbi a valutare le opere in concorso e assegnare i singoli premi che, come di consueto, verranno consegnati nel corso della cerimonia ufficiale di premiazione in programma a Palermo alla fine del 2015.
 Nato nel 1966 e, grazie alla Fondazione Sicilia, fortunatamente rinato nel 2007 dopo dieci lunghi anni di stop, il premio rappresenta un punto di riferimento assoluto, nel panorama teatrale. Sulla scia della grande tradizione drammaturgica del paese ma con un occhio di riguardo nei confronti dei giovani autori e della creatività contemporanea, il Premio Pirandello (di cadenza biennale) da sempre mira a stimolare una qualificata e moderna produzione teatrale.

Giunto alla sua XX edizione, invita tutti gli autori interessati a inviare le proprie opere in nove copie (sigh!) alla Segreteria, presso la Fondazione Sicilia, in via Bara all’Olivella 2 – 90133 Palermo (le copie non saranno restituite). Il tempo non manca: il bando è tutt'ora aperto e il termine ultimo per la presentazione è fissato per il 31 dicembre 2014.

Il vincitore si aggiudicherà ben € 12.000.

Per ulteriori informazioni: www.fondazionesicilia.it



PREMIO IN PUNTA DI PENNA
Questo concorso offre non solo un premio, ma soprattutto la possibilità di vedere realizzata la propria opera.
Una giuria di esperti di teatro  valuterà  i lavori, considerando non solo l’aspetto linguistico/letterario, ma soprattutto la realizzabilità dell’opera. L’autore sarà coinvolto nell’eventuale messa in scena, ritenendo fondamentale il connubio operativo fra teatro e letteratura, tra regia e autore.
Il concorso, biennale, è rivolto a tutti gli autori, italiani e stranieri. Il lavoro deve essere originale, e mai messo in scena. Il lavoro non dovrà essere rappresentato fino alla scadenza del concorso e alla proclamazione del vincitore. L’elaborato può appartenere a qualsiasi genere ( dramma, commedia, satira, etc…).
Ogni concorrente può partecipare con un solo testo ( per gli elaborati in lingua straniera si richiede la traduzione),unitamente al testo deve essere comunicato:
Per qualsiasi info vedere il sito www.inpuntadipenna.it

I lavori dovranno pervenire entro e non oltre il 30 DICEMBRE 2014 in formato digitale all’indirizzo : inpunta@gmail.com

Per ogni elaborato è richiesto un contributo per spese di segreteria di euro 20, da inviare tramite ricarica al Poste pay n° 4023 6004 6674 2030 ( allegare copia della ricevuta) ; oppure vaglia postale intestato a: Doriana Piampiani, V. F.lli Cervi, 90 ; 56022 Castelfranco di Sotto (PI) Gli esiti del concorso saranno pubblicati sul sito del Premo dal 01/06/2015. Gli autori dei 5 testi finalisti saranno contattati personalmente dall’Organizzazione di “In punta di penna”. Il  testo vincitore sarà pubblicato sul sito.
Verranno assegnati di norma i seguenti premi : 1° classificato Euro 500,00; 2° classificato Euro 300,00; 3° classificato Euro 200,00.

La premiazione avverrà indicativamente nel mese di settembre  2015 in data da stabilire.