martedì 3 dicembre 2013

CUPIDITY: BANDO PER LA SCRITTURA DI UN CORTOMETRAGGIO DA PUBBLICARE ON LINE

Dopo il grande successo della scorsa stagione (con un record di 40 milioni di visualizzazioni per la serie di corti prodotta da Ridley Scott), dopo che il progetto è approdato in GB, Brasile, Cina, Messico e Turchia, sbarca in Italia Cupidity, concorso che premia
le migliori sceneggiature per cortometraggi con la realizzazione del prodotto e il suo lancio in grande stile sulla piattaforma Youtube.
Roberto Faenza, animatore del progetto, ricorda che in Italia mancano laboratori di sperimentazione digitale ma chiama a raccolta le nuove leve creative perché trovino uno sbocco su internet al talento di chi rischia di essere invisibile.
Scrivete una storia di cinque minuti sul tema “amori, giovani ed estate” e inviatela entro il 17 gennaio 2014 alla Jean Vigo Film.


 Sponsorizzato dalla Cornetto Algida e supportato da Cinemonitor e Coris, il dipartimento di Ricerca Sociale della Sapienza, arriva anche in Italia il contest Cupidity. Per maggiori informazioni puoi consultare il sito ufficiale del concorso www.cupidity.it.

Al concorso possono partecipare, entro il 17 gennaio 2014, i candidati con i seguenti requisiti: - studenti, regolarmente iscritti o diplomati e laureati da non più di tre anni, di Università italiane, Accademie di Belle Arti, Scuole di cinema; - individui iscritti a un Master universitario italiano o che abbiamo conseguito un diploma di Master da non più di tre anni.

L’amore, i giovani e l’estate dovranno essere al centro della competizione, i lavori inviati dovranno infatti raccontare storie di passioni e fermenti tra teenager, ambientate nel periodo estivo e possibilmente a lieto fine.
Una giuria competente valuterà gli script che risulteranno più innovativi come idee, come presentazione, come tecnica e come originalità.

Roberto Faenza, esperto di mass media e regista degli indimenticabili Copkiller e Jona che visse nella balena, lancia la nuova competizione come l’occasione giusta per i più giovani creativi per realizzare i propri sogni. “Nel nostro Paese circolano circa 25 mila registi o aspiranti tali – ha dichiarato Faenza - per lo più giovani e giovanissimi, che cercano lavoro e visibilità. Sicuramente il web coprirà in parte la domanda ma nessuno oggi è in grado di prevedere davvero cos’altro verrà alla ribalta dopo il 2.0, dopo la tridimensionalità, dopo l’ologramma. E chissà cos’altro ci riserverà il futuro. La vera nota stonata viene dal pauroso ritardo dell’industria cinematografica italiana così poco attenta, anzi pressoché assente, dal campo della ricerca e sviluppo. Gli Stati Uniti stanno aprendo ovunque laboratori di sperimentazione dell’avvenire digitale. Lo stesso stanno facendo i maggiori Paesi europei come Inghilterra, Francia e Germania”.


I corti vincitori saranno prodotti entro il mese di aprile 2014 e distribuiti in tutto il mondo. Verranno veicolati attraverso il web, sul sito dedicato e sulla piattaforma Youtube, e per questo dovranno rispondere alle caratteristiche del nuovo linguaggio audiovisivo: il minutaggio, i formati e i contenuti legati al target dei fruitori. Si consiglia dunque di proporre storie frizzanti, curiose, movimentate, imprevedibili, basate su idee originali e che riescano a coinvolgere il pubblico digitale e comunicare in 5 minuti gli elementi di un racconto interessante.  

Come ha detto Roberto Faenza, «se fossimo in un paese in cui la televisione pubblica assolvesse sul serio alla propria missione sarebbe lei ad offrire il giusto spazio ai nuovi talenti. Il lancio di Cupidity non può certo colmare tanto vuoto ma è pur sempre un segnale di coraggio.»